La Filiera Corta

filiera cortaLa filiera corta o circuito breve  è quel particolare tipo di commercio basato sul rapporto diretto tra produttore e consumatore, singolo o associato, che accorcia il numero degli intermediari commerciali ; con un semplice «click di mouse» sul sito del produttore, infatti, è possibile perfezionare, con un passaggio diretto, l’acquisto di un prodotto agricolo dal Sud al Nord dell’Italia o far sì che un  arancia lasci uno dei tanti agrumeti siciliani per arrivare anche all’ultimo piano di un grattacielo di New York. Oggi percorrere la filiera corta è una scelta etica e sostenibile fatta da consumatori consapevoli che con spirito critico abbattono la grande catena di distribuzione aiutando la rinascita del made in Italy.  E’  associata ad aggettivi che rimandano ai requisiti dei prodotti – stagionalità, freschezza, genuinità – nonché a concetti  come territorialità, informazione sull’origine dei prodotti, sicurezza alimentare. 

 

 

Perchè conviene al consumatore

Il consumatore ricerca prodotti genuini,naturali e sani contraddistinti da una qualità legata ala rispetto e alla valorizzazione del territorio.Questo fenomeno sociale ha aperto nuove frontiere ad una commercializzazione che può creare enormi benefici al consumatore sia dal punto di vista economico, che della freschezza del prodotto. Attraverso la Filiera Corta, il consumatore ha una migliore conoscenza delle qualità intrinseche del prodotto biologico e può conoscere chi lo produce.

La filiera corta è la garanzia della qualità del prodotto: chiunque desiderasse andare a vedere le terre dove vengono coltivate è il benventuo tutto l’anno!

Perché conviene all’ ambiente

Privilegiare il consumo e l’acquisto dei prodotti locali crea valore aggiunto sul territorio oltre ad incentivare la biodiversità delle produzioni. Ma c’è anche un vantaggio derivante dal minor percorso che le merci fanno e quindi dal minor inquinamento provocato dallo spostamento dei prodotti.

 

Perchè conviene al produttore

Oggi  parte degli agrumeti presenti in Sicilia sono stati abbandonati dai piccoli e medi produttori, collassati da un sistema che privilegia i colossi della grande distribuzione. La filiera corta permette una rinascita e rivalorizzazione dei prodotti  coltivati e confezionati in Sicilia.

 

No comments yet.

Lascia un Commento